MINACCE PER L’AMBIENTE: le tecnologie energivore

Le tecnologie digitali creano e mantengono in funzione efficacemente il pianeta globalizzato: per farlo richiedono enormi quantità di energia.

Clicca qui per vedere i consumi odierni di Internet

Questi consumi tendono ad aumentare ogni giorno e si prevede che Internet cerchi di trarre l’energia per la sua alimentazione da fonti rinnovabili.

Progetto di ampliamento di un Google data center in Olanda. con un investimento da 1 miliardo di $.
Google Internet Farm di Buffalo, US

Le grandi aziende di Internet sceglieranno, hanno detto, quelle regioni dove è facile l’accesso a energie rinnovabili come il vento, le energie idroelettriche e i luoghi hanno temperature medio-basse, perché questi data center producono molto calore e funzionano con ambienti condizionati.

Tuttavia alcune tecnologie digitali sono particolarmente energivore: il supercalcolo per le istituzioni scientifiche e di ricerca (fusione nucleare, sequenziamento di geni ecc), la grafica tridimensionale per gli ambienti di lavoro e per i giochi, il mining di cryptovalute e la creazione di ambienti multidimensionali e multisensoriali interattivi come i metaversi.

L’impatto ambientale dei bitcoin

Il calcolo per trovare nuovi bitcoin sta aumentando enormemente: Ne sono stati emessi circa 19.000.000 e ne restano da trovare circa 2.000.000, per estrarre i quali occorreranno sempre maggiori quantità di energia, per l’aumento della complessità delle operazioni matematiche necessarie a individuarli e per il raffrescamento dei locali delle mining farm.

Una fabbrica di bitcoin

In un mercato finanziario globale che riconosce e tratta in digitale tutte le valute ufficiali dei vari paesi, qual è il motivo di avere una cryptovaluta completamente sganciata dal controllo degli Organismi Economici mondiali e tuttavia riconosciuta come valida dai mercati finanziari e in molte transazioni in Internet?

La risposta più probabile è che i pagamenti in bitcoin permettono pagamenti non tracciabili e quindi invisibili ai controlli delle Agenzie delle Entrate e delle Polizie dei vari Paesi.

Anni fa esisteva un sito, chiamato Silk Road, dove in bitcoin si potevano acquistare droghe, armi da guerra, sostanze chimiche illegali ecc.

Ovviamente è stato chiuso, perchè i controlli in rete si possono fare: quando c’è l’illegalità i governi possono agire per regolamentare il web e chiudere i siti illegali

I costi per l’ambiente saranno altissimi se questa politica di indifferenza ai costi ecologici dei bitcoin continuerà.

5G – 5TH GENERATION

La 5 ^generazione di tecnologie per le connessioni di telefonia mobili e cellulari promette di ridurre le energie per ogni bit trasmesso e il 5G sembra molto efficace in termini di copertura. Andranno verificate le emissioni e l’inquinamento elettromagnetico in prossimità delle antenne, l’impatto e i costi della rete di infrastrutture necessaria al suo funzionamento. Le aspettative sono la qualità 4K nelle trasmissioni video e molte altre migliorie, probabile premessa a device indossabili come visori immersivi.

I METAVERSI

Ad essi è dedicata un’apposita scheda nella sezione dedicata ai Social. La prima impressione, al di là dell’necessità/utilità o meno del servizio proposto, è che occorreranno grandi quantità di energia per trasmettere immagini cosi realistiche da far vivere l’esperienza di vivere in un universo virtuale. Si torna di nuovo, come per i bitcoin, all’ impatto sull’ambiente. La scelta della parte dove stare, pro o contro, è sempre nelle mani di noi utenti internet, che decretiamo il successo o il fallimento di una nuova tecnologia.